VERSO UNA RIGENERAZIONE TERRITORIALE E RETICOLARE DELLA VALLE DI SCALVE: un nuovo turismo per un nuovo abitare

Il progetto, innescato da un’iniziativa dell’Associazione Scalve Mountain, intende offrire un supporto scientifico e tecnico agli attori istituzionali, associativi ed economici, così come agli abitanti della Val di Scalve, per avviare un processo di sviluppo territoriale anche in prospettiva turistica in ottica sostenibile.

Si tratta di avviare un partenariato tra Università, amministratori locali pubblici e soggetti privati e associativi, volti a promuovere una co-progettazione finalizzata a mettere in valore le opportunità di sviluppo della Valle sia per le loro specificità e caratteri identitari (risorse, patrimonio materiale e immateriale), sia per i fenomeni basati su una reticolarità dei territori della Valle che creano opportunità di sviluppo (attività agro-silvo pastorali, flussi turistici e di villeggiatura, attività produttive, etc.).

  • Committente: Associazione Scalve Mountain
  • Coordinamento scientifico: Federica Burini
  • Partners di progetto: Diego Gallo e Robert Seppi, ETIFOR
  • Membri del progetto: Alessandra Ghisalberti, Lorenzo Migliorati, Fulvio Adobati, Andrea Pozzi, Andrea Macchiavelli
  • Dottorandi e giovani ricercatori implicati nel progetto: Mikel Magoni, Alice Bassanesi, Matteo Locatelli
  • Consulenza al mapping interattivo WebGIS: Filippo Gagliano
  • Assistenza regia e video: Antonio Iorio

 

ESCURSIONE DEDICATA AL PRIMO CICLO DI INTERVISTE A INTERLOCUTORI PRIVILEGIATI SUL TEMA “SCALVE INDUSTRY”

3 ottobre 2023

Docenti: proff. Federica Burini, Alessandra Ghisalberti, Università degli Studi di Bergamo

Ricercatori: dott. Alice Bassanesi, Matteo Locatelli, Mikel Magoni, Università degli Studi di Bergamo

 

Obiettivo: nell’ambito del progetto “Verso una rigenerazione territoriale e reticolare della Valle di Scalve: un nuovo turismo per un nuovo abitare” sono stati individuati differenti filoni di ricerca. Uno di questi è “Scalve industry”, legato alle peculiarità e alle potenzialità del saper fare in Valle di Scalve. Nell’ambito di questo filone della ricerca viene proposta un’escursione con lo scopo di approfondire il patrimonio scalvino legato all’industria mineraria. Gli incontri proposti permetteranno di entrare in contatto con esperti che hanno approfondito la storia e le caratteristiche di queste attività in una prospettiva diacronica e che oggi si stanno occupando di una loro valorizzazione anche in chiave turistica.

 

PROGRAMMA

9.00 – 10.45 – Intervista a Anselmo Agoni, presidente della Cooperativa Ski-Mine (gestore del Parco Minerario Ing. Andrea Bonicelli), presidente Rotary Club di Clusone e vicepresidente di Promoserio.

Visita al Museo dell’Illuminazione mineraria, località Serta.

11.00 - 13.00 - Intervista a Fabio Morzenti, presidente dell’Associazione “La fucina di Teveno” (che si propone la valorizzazione del sito della fucina)

Visita alla Fucina di Teveno, frazione di Vilminore di Scalve.

14.00 – 16.00 – Intervista a Gianmario Bendotti, assessore alla Cultura del Comune di Schilpario e presidente del Museo Etnografico di Schilpario.

Visita al Museo Etnografico.

ESCURSIONE DEDICATA AL PRIMO CICLO DI INTERVISTE

AD INTERLOCUTORI PRIVILEGIATI SUL TEMA “SCALVE AGRI”

8 novembre 2023

Docenti: proff. Federica Burini

Staff: Alice Bassanesi, Mikel Magoni

Obiettivo: nell’ambito del progetto “Verso una rigenerazione territoriale e reticolare della Valle di Scalve: un nuovo turismo per un nuovo abitare” sono stati individuati differenti filoni di ricerca. Uno di questi è “Scalve Agri”, legato alle peculiarità e alle potenzialità delle attività agro-silvo-pastorali in Valle di Scalve. Nell’ambito di questo filone della ricerca viene proposta un’escursione con lo scopo di conoscere il patrimonio scalvino legato alle attività agricole che caratterizzano la Valle. In particolare, viene proposto un incontro con il direttore della principale attività agricola della Valle, la società cooperativa Latteria Sociale Montana di Scalve, un incontro con un giovane agricoltore i cui prodotti non afferiscono alla Latteria e un incontro con una delle memorie storiche delle attività agro-silvo-pastorali della valle.  Gli appuntamenti proposti permetteranno di conoscere meglio il patrimonio vallivo in questo ambito e di approfondire quali potrebbero essere le chiavi di una sua valorizzazione anche in chiave turistica.

 

PROGRAMMA

9.30 – 11.00 – Intervista a Donato Ronchis, agricoltore, memoria storica delle attività agro-silvo-pastorali in Valle di Scalve.

Località Piazzola, Vilminore di Scalve.

11.30 - 13.30 – Intervista ad Alessio Spada, agricoltore e produttore di formaggi. La sua azienda agricola non fa parte della cooperativa della Latteria Sociale; commercializza i propri prodotti attraverso il negozio di vicinato gestito dalla famiglia.

Visita al caseificio. Via Nazionale – località Moie, Schilpario.

 

15.00 – 17.00 – Intervista a Lorenzo Bruschi, direttore della Latteria Sociale Montana di Scalve.

Visita alla Latteria. Frazione Vilmaggiore, Vilminore di Scalve.

Nei giorni 17-18 novembre si terrà un'escursione itinerante nei territori della Valle cui parteciperanno molti ricercatori coinvolti nel progetto, oltre che gli studenti del corso di laurea in Planning and Management of Tourism Systems, nell'ambito dell'attività del Tourism Think Tank 2023.